test Car

BMW 420d Gran Coupé prova quando lo stile imposta il ritmo

Saloni hanno lasciato il posto a più SUV moderno. Ma hanno ancora un sacco di vita davanti a loro, ei produttori stanno scommettendo su di loro. Come ad esempio la vettura che prende questo test, la BMW 420 Coupé Gran.

Non costa molto di riconoscere una serie Gran Coupe 4, ma dobbiamo avere l'occhio allenato

Presto il segmento delle berline tradizionali ha subito l'assalto del SUV, perdendo così un sacco di vendite. È per questo che le marche sono state costrette a sviluppare nuovi concetti di vendita per renderli più attraenti per i potenziali clienti faccia. Berline dallo stile coupé sono nulla di nuovo o recente, ma si sono moltiplicate negli ultimi anni. Il test di oggi è uno dei migliori rappresentanti del segmento, la BMW 420d Gran Coupé.

Nel 2013 la BMW ha deciso che era il momento di tagliare la propria gamma in modo più razionale, ed è per questo abbiamo dato vita alla famiglia di BMW Serie 4, che è stato precedentemente clausura nel tradizionale Serie 3. A differenza di quest'ultimo, la nuova serie ha avuto come principale attrazione dello stile coupé tutti i suoi modelli. Un punto in più lo sport al di là del disegno berlina tradizionale, anche se c'erano coupé puri e cabriolet.

Foto 1 - Foto BMW 420d Gran CoupéFoto 2 - Foto BMW 420d Gran CoupéFoto 3 - Foto BMW 420d Gran CoupéFoto 4 - Foto BMW 420d Gran Coupé

BMW 420d Gran Coupé Foto

Quindi, con l'emergere di nuova Serie 4 modelli emersi in casa, soprattutto di fronte a noi, il Gran Coupé è il più familiare di tutti coloro che compongono la gamma. La differenza principale con i suoi fratelli è l'aggiunta di due porte posteriori e un enorme portellone. B pilastro naso è la stessa auto, tranne che in questo caso ha allungato la linea per renderla più funzionale al fine di ospitare più passeggeri e bagagli.

E la verità è che come il suo stile, e in modo da rendere chiaro buone vendite sta raccogliendo sin dal suo inizio. Nella lista dei rivali ci sono pochi modelli attuali, evidenziare uno di loro; Audi A5 Sportback ha recentemente subito un importante aggiornamento. Entrambi monopolizzare la quasi totalità delle vendite, le prime posizioni nella classifica delle coupé Mercedes berline di segmento C non ha un tale modello, e la più vicina è la Mercedes CLA.

B pilastro naso si trovano ad affrontare una Serie 3, da lì le cose cambiano

Se prendiamo misure di riferimento, 4 Serie cinque millimetri più di una BMW Serie 3, 14 millimetri più larga e 36 mm più basso di questo. Ciò significa che, a parte l'altezza sono identiche. In realtà entrambi condividono molti elementi di sviluppo come parte del telaio, meccanica, tecnologia ... Questo fa in volume di avvio sia fornire gli stessi dati, 480 litri. Sì, la caduta del tetto mette a disposizione uno spazio più piccolo per i sedili posteriori, in particolare per la testa.

Ed è che lo stile sportivo, la linea coupé, richiede che, per ridurre il gioco al soffitto per i sedili posteriori. La perdita è sostanziale, e in effetti importante la gente altezza sopra 1.90, hanno serie difficoltà a ospitare dietro. Davanti non c'è nessun problema, perché, come ho già detto, alla colonna B è una Serie 3, sia all'esterno che all'interno.

All'inizio di quest'anno leggermente aggiornata famiglia di BMW Serie 4. Le innovazioni erano faccia stile minimal tranne che per i fari e qualche altro dettaglio. All'interno ha trascorso tre quarti della stessa. Il lifting è basata principalmente sui sistemi migliorati e attrezzature tecnologiche, come le apparecchiature di connettività. Un legata alla nascita di una nuova generazione A5, il suo più vicino rivale cambiamento.

Il vettore ha una ripetuta e conosciuto composizione, la qualità e buone finiture

Grazie a questa serie di lavoro 4 ha iniziato a godere tecnica al momento è stata introdotta anche nella Serie 3, che è stata estratta a sua volta da modelli di fascia superiore. distribuzione della tecnologia è importante, in particolare nella sezione di sicurezza, in cui una collezione di assistenti folla per salvaguardare gli occupanti. 360 telecamere, avviso di deviazione dalla corsia, il cruise control adattivo, fari adattivi con tecnologia LED o Head-Up Display, tra molti altri articoli.

Il sistema di connettività e infotainment è stato rinnovato, aggiornato alla versione più recente, che un tempo onnipotente prima BMW Serie 7 A differenza gestuale che non ha il controllo, ma sicuramente per la prossima generazione del marchio tedesco che introdurrà come una delle principali innovazioni. Con oggi comprendono la facilità d'uso. Un sistema molto intuitivo e completo che si concentra la maggior parte delle sue funzioni su uno schermo fino a 8,8 pollici nella parte superiore del cruscotto.

La differenza di prezzo tra la Serie 3 e 4 della serie è notevole. Il primo inizia a 34.300 euro, la seconda è da 41,650 euro

BMW, che non lascia spazio per la speculazione è la qualità del soggetto. Audi si è posizionata come il punto di riferimento nel segmento su questo tema, e BMW seguite il sentiero non lontano. E 'vero che, come nella stragrande maggioranza delle auto di oggi troviamo una certa quantità di materie plastiche, ma tutte queste diamo buona sensazione al tatto, e si prevede che la sua assemblea, senza lacune, quindi la sensazione di durata è elevata. E 'vero che ci sono cose da migliorare, come la comparsa di pelle Dakota, unit testing montata e regolando la striscia blu che attraversa la parte anteriore della plancia. Inoltre, di alta qualità come dovrebbe essere.

La qualità non sta solo nei materiali utilizzati, ma anche come un viaggio a bordo della Serie 4. In termini di vivibilità è già chiaro che la perdita di altezza sedili posteriori occasionali sono più bella preferito. comunque quattro persone viaggiano comodamente, un quinto e sarà stretta nella piazza centrale. E 'preferibile usare solo per brevi viaggi, perché in un lungo viaggio non voglio immaginare come questo può finire occupante.

tunnel di trasmissione elevata e stretto marciapiede. Il quinto è per un uso occasionale e di breve

Se saltiamo a meccanica, con l'aggiornamento della serie 4 BMW ha colto l'occasione per appianare i motori che già sapevamo. Eventuali modifiche, ma sono state migliorate principalmente elementi di migliorare le emissioni e il consumo di carburante. poteri Arracan della 418d 150 cv e può raggiungere un massimo di 326 per il più recente dei tutti i blocchi, la 440i. BMW ha deciso che questa è la fine superiore, come il Gran Coupé sarà mai associato alla famiglia M, lasciando che l'onore della coupé e cabrio. 

Per quanto riguarda le trasmissioni e le unità, la gamma di base lo troveremo associato ad un cambio manuale a sei marce, ma in tutti i casi è possibile incorporare un automatico a otto rapporti, o un altro dello stesso numero di relazioni, ma con tatto sportivo. L'asse posteriore sarà responsabile per la ricezione tutto quel potere, anche se ho salvato versioni di Access, tutto può essere associato con la trazione integrale BMW xDrive chiamato.

Per questo test selezioniamo la variante che a priori Copara il maggior numero di vendite nel nostro paese. Mi riferisco alla blocco 420d con cambio automatico e azionamento singolo otto velocità all'assale posteriore. A questo si deve aggiungere il pacchetto sportivo M, così come un gran numero di elementi opzionali. Ciò significa che, anche se il prezzo di partenza della BMW Serie 4 Gran Coupé è di 41,650 euro, l'unità testato aveva un bilancio di oltre 65.000 euro Configurator.

Il volume di avvio è compresa tra 480 e 1.300 litri quando ripiegato seconda fila 60:40

Test BMW 420d Gran Coupé

Ho detto sopra che la quota Serie 3 e Serie 4 gran parte di componenti. Infatti lo sviluppo di entrambi gli aggiornamenti è stato portato fino al par, ma non per questo significa che entrambi sono uguali. Essi non sono in quanto il regolare non è la stessa in entrambi i casi. L'acquirente di serie 4 alla ricerca di una sensazione più sportiva, non solo in apparenza, ma anche nella guida. È per questo che l'adeguamento di alcuni elementi dinamici è particolarmente il caso in questione.

BMW si è sempre distinta per la loro messa a punto speciale. Con un carattere sportivo. E 'vero che questo è ancora presente, ma sempre più difficile da trovare nella gamma media. Mi spiego. La 420d Gran Coupé è stato sviluppato principalmente a comportarsi come un ottimo rutero. Una macchina in cui coloro assemblata e fare chilometri e chilometri in modo confortevole e rilassato. 

In questi ambienti la 420d Gran Coupé è eccellente. anche se il motore non è particolarmente raffinato in termini di rumorosidad estera, l'isolamento della cabina appena filtrato fastidiosi rumori all'interno. Se aggiungiamo una confortevole zona salotto, un cambiamento tranquillo, e una sospensione che tende principalmente a peccare morbido, troviamo un salone sbalorditivo che vince con il suo granello in più di sportività. 

modalità di guida variano notevolmente auto comportamento

Tutto il propulsore è stato configurato per farlo. La variante 420d mostra una potenza di uscita di 190 CV con una coppia di 400 Nm scoperto che alcuni primi 1.750 rpm. Si tratta di un motore più che sufficiente per l'uso comune. Il suo compito principale è quello di salvare, ma ci lascia una certa libertà nella scelta del loro comportamento. Così ci sono quattro modalità di guida: Eco Pro, Comfort, Sport e Sport +. La differenza tra il primo e gli ultimi due è più che notevole, qualcosa che non passa tra le prime due modalità, in cui le differenze sono praticamente insignificanti.

La mia raccomandazione è che se siamo riprese in un ambiente tranquillo e di routine, selezioniamo la modalità Eco Pro, poi a ottenere un comportamento degno e un consumo ridicolo. Tanto Non costa molto rotolo sui dati ufficiali. Perdere cinque litri per 100 chilometri è molto facile, e se il terreno è favorevole e ci sono diffidenti nei confronti di accelerare, troviamo che il computer di bordo più vicino a cedere quattro dei dati litri. 

Le prestazioni di questo diesel sono da 0 a 100 Km / h in 7,5 secondi, e la velocità massima di 240 Km / h, mescolato con un consumo tenore di 4,2 litri / 100 km

Naturalmente, questa modalità ha un inconveniente principale, e toccare l'acceleratore. Come previsto, quando mette il modo più efficiente di tutti, della valvola a farfalla, elettronica, varia l'intensità della sua performance. In questo modo si mostra come tutto rallenta le reazioni, Quindi, se vogliamo che il potere tra il modo giusto affondiamo il piede sul pedale. Il cambiamento cambia anche il suo comportamento, e la transizione tra gli ingranaggi è sottilmente anche percepito un certo slittamento nella frizione.

Tutto questo comincia a cambiare come andiamo il programma ladder. Come ho detto nel comfort differenze di modalità sono appena visibili, ma non nello Sport e Sport + modalità. Una volta che abbiamo selezionato uno di questi, il cruscotto diventa rosso e le sfere cominciano a dimenticare i programmi di efficienza. Inoltre cambiamenti significativi sono visti nel comportamento della vettura; acceleratore di cambio di direzione, tutto teso, e tutto diventa più duro e reagenti.

Eco programma Pro nei cambiamenti del quadro strumenti per mostrare come efficiente siamo

E 'in queste modalità quando la 420d Gran Coupé inizia a comportarsi come un vero BMW. ingranaggi di commutazione automatica allunga il suo modo di spicco, attaccare un po 'di calcio nelle transizioni. Il volante diventa più difficile, anche se devo ammettere che in tutti i modi l'informazione trasmessa è buona. E infine scompare fastidioso ritardo nella risposta della valvola a farfalla. 

Il motore sembra spingere più vivacemente, e abbastanza facilmente iniziare a rotazione a velocità superiori legalmente stabilito. Il sorpasso è effettuata modo rapido e sicuro, ma ripeto che dobbiamo cambiare la modalità di guida. In un tratto di curve gode inoltre, anche se la macchina non è progettato per esso. Fai, ma si nota che esso comincia a soffrire, soprattutto a causa della sospensione morbida. Immagino che i modelli più potenti del comportamento varia.

Test BMW M4 GTS, in cerca di riscatto

Ma non posso mettere troppi inconvenienti in questo senso. Una macchina non possiamo chiedere di salvare, per stare bene a correre e essere pazzo su un tratto di curve. La 420d Gran Coupé facilmente si riunisce su questioni di risparmio e comfort, qualcosa che ostacola il comportamento puramente dinamica. Nonostante questo salva il ballottaggio con un certo gioco grazie ad un telaio ben sintonizzato.

conclusioni

La conclusione è chiara, ed è nientemeno che la BMW 420d Gran Coupé è la scelta ideale per coloro che cercano una berlina media di famiglia con uno stile più sportivo. All'interno si distingue per la sua composizione, e l'ampia diffusione di tecnologia e funzioni di sicurezza. Anche se il disegno in loro favore penalizza per quanto riguarda abitabilità dei sedili posteriori, che si avvia perché i suoi 480 litri è molto usabile e funzionale.

Per quanto riguarda le prestazioni e dinamica, sono poli opposti. Principalmente trattiamo la 420d Gran Coupé come rutero. Questo ruolo soddisfa perfettamente per il comfort e l'efficienza. Tuttavia penalizza il tempo per parlare delle dinamiche più puri. Soddisfa, ma nessuno dei due si distingue. Non posso attraversare fuori come una pasta, perché si deve capire che la concept car, ma la BMW non è così. Sì Posso dire che non ho voluto né il rumore del motore, o il prezzo di alcuni elementi opzionali, che comprendono l'aumento della bolletta troppo.

BMW ha creato una buona berlina, principalmente tourer ma con un tocco di sportività

Le recensioni degli esperti

C'è piaciuta di più

  • consumi
  • disegno
  • comportamento

C'è piaciuto meno

  • sedili posteriori
  • rumorosidad
  • Prezzo extra

Nota: 8.1