test Car

Hyundai i40 1.7 CRDi prova (II): motore, il consumo e il comportamento

Nelle nostre mani hanno lasciato cadere due i40, sia con il motore 1.7 CRDi 141 CV (in precedenza 136), sia con cambio manuale e automatico. È sorprendente come molte stazioni di servizio possono lasciare alle spalle, grazie ad un consumo molto moderato e un deposito enorme.

Quando Hyundai i40 ha introdotto supporti aggiornati, abbiamo testato il nuovo cambio-turno diretta (DCT) e sette marce. La verità è una combinazione che House molto bene con la macchina, con una risposta adeguata e la scorrevolezza degno prestazioni di fascia alta. Al volante, rispettive camme per controllare il cambio. Ci vuole un po 'per fare dei tagli, molto normali.

Il computer di bordo indicato consumo di 5,7 l / 100 km, con un ardente sole e l'aria condizionata lavorando duro, soddisfano i limiti di velocità principalmente in autostrada. C'erano anche testare la versione manuale, e aveva un altro i40 più a lungo. La prima cosa che ho notato con cambio manuale è che Il motore manca di potenza lasciando una rampa di parcheggio prima.

Questo ultimo con cambio automatico è completamente nascosto, e in questa fase della mia vita come pilota, vieni fuori con una macchina cambio manuale a pare di aver già superato il parcheggio. Succede a pochissime auto moderne, in questo caso può essere attribuita alla capacità del motore di piccole dimensioni (1,7), in condizioni in cui il turbo non aiuta molto.

Con il serbatoio completamente pieno, offre un'autonomia molto generoso. modelli da competizione dare una migliore informazione sul consumo, ecoMeter istante è grafica, la media è indicato da numeri

test completo con cambio manuale

proprio rifornimento, Ha segnato una gamma di 1.129 chilometri, certamente una figura alta e che si rivolge a tutti coloro che preferiscono prendere carburante solo una o due volte al mese. Essere in riserva, riempire il serbatoio avrà un costo di più di 70 euro, per parliamo di un deposito 70 litri di gasolio. E quanto consumato con cambio manuale?

Secondo il computer di bordo, 5.8 a 5,9 l / 100 km durante tutta la prova, un po 'più che con l'auto, che tra l'altro, è stato girato meno del manuale. Avendo una settima marcia, trotto sulla strada, la macchina può ridurre il consumo; il motore è più vantaggio in generale.

Ricordiamo che la trasmissione automatica non è un convertitore di coppia è un doppia frizione robotizzata, quindi non ci sono molte perdite di trasmissione di potenza. Il sesto del manuale non è troppo lungo, o un viadotto fino a 100 km / h con una notevole inclinazione, come quello in Buñol (Valencia), e con quattro occupanti. Raramente dobbiamo cambiare marcia in autostrada, ad eccezione di accelerazioni dal vivo.

I40 rispetto al modello 2011, il motore è stato ottimizzato per soddisfare le Euro 6, spendere un po 'meno, e di ottenere 5 cavalli. DCT sta cambiando novità, migliorando la trasmissione automatica precedente

Si noti la macchina un po 'pesante, il 1.7 CRDi manca la forza di un 2.0 anche se la consegna 340 Nm di coppia tra 1.750 e 2.500 giri. Benefici sono comuni, da 80 a 120 km / h in quarta marcia richiede meno di 7 secondi come un SUV diesel 150 CV. Da 0 a 100 Km / h, 10,3 secondi con il manuale e 10,8 secondi con l'automatico (DCT).

In altre parole, non va molto stretto

Secondo questi dati, Non è oggettivamente più lenta rispetto ad altre vetture della sua categoria, qualcos'altro è l'impressione soggettiva, il motore è ben isolato, e propellenti maggiore cilindrata e più rumoroso, l'impressione che si ha è diverso. E 'un peccato non si dispone di più opzioni di alimentazione, ma secondo Hyundai, 80% segmento di clientela D rispettare 115-141 CV.

Mentre passano i chilometri, mi rendo conto che l'indicatore del carburante non è molto affidabile, almeno all'inizio. Dei 12 marchi, quando due off hanno già volato più di 30 litri, l'ultima lo scorso molto poco. Quando ha segnato "mezzo" deposito, che aveva fatto 800 chilometri, ma ha dato nessun altro autonomia 800. La somma di autonomia e distanza fatta raggiunto un massimo di 1.350 chilometri.

Proprio dopo aver inserito la prenotazione, abbiamo fatto più chilometri di quanto originariamente indicato. Il misuratore di autonomia dà figure molto realistiche, un altro punto positivo. Stavano guidando 16 ore senza rifornimento di carburante!

Ho pensato che fosse possibile rompere la barriera di 1.200 chilometri senza prenotazione, e quasi colpito. A 1.196 chilometri di rifornimento notarmi venuto, e il navigatore ha chiesto se volevo un elenco delle stazioni di rifornimento più vicine. C'era ancora gasolio per 75 chilometri in tutto il manuale di istruzioni le dimensioni della riserva non è quantificato, ma sono solo 5-6 litri.

Consumo effettivo è leggermente inferiore a quello che dice il computer: 5,4-5,5 l / 100 km

Se non ricordo male, non ho mai fatto così tanti chilometri con -da diesel "tirare"- senza rifornimento, anche con la SEAT Leon Ecomotive. Ci sono modelli che consumano meno, sì, ma con piccoli depositi, e il voto ottenuto è buono. berline normali della sua classe e il potere 10 anni fa era di circa 6 l / 100 km, e oggi è una buona cosa, anche se non brillante.

Il test è stato impegnativo, nel senso che la maggior parte dei chilometri ho fatto tre o quattro persone in totale a bordo, e il tronco caricato, ma non imballato. Con automatico guidato da solo e senza spese. Non posso concludere che il cambio DCT consumare meno per sé, senza aver effettuato esattamente nelle stesse condizioni. Naturalmente, non posso dire che spendere di più, nel peggiore dei casi, spendere la stessa.

Un piacere da guidare, anche i più esigenti preferiscono un comando manuale più veloce o un po 'meno servosterzo

Una berlina comoda e affidabile

Il comportamento della vettura è molto sano in condizioni normali, nobili e prevedibili. In curva "l'attacco"Sopra limiti di velocità, è quando un po 'pesante ed incline al sottosterzo spettacoli anteriori. A questo proposito, l'i40 non è diverso da qualsiasi altro concorrente trazione anteriore e motore trasversale, cioè la maggioranza.

Toccare il volante quasi mi convince, un po 'meno perfetta di presenza mi sembra, o di variare la sua durezza. modalità di selezione "sport" Non ho notato alcuna differenza (secondo il dossier del caso), anche se ho notato il più determinato a rispondere dell'acceleratore. Tra l'altro, sui pedali, un dettaglio di qualità è la tabella acceleratore, e BMW, che è apprezzato.

In teoria ammortizzatore posteriore gestione (ECS) dello stile migliora le prestazioni, anche se le condizioni CIRCULE con lui, che era impagabile. Nel complesso, il tocco i40 assomiglia più da vicino la trazione anteriore Audi A4 a come 318d BMW, Mercedes C 200 CDI o Jaguar XE 2.0d.

Si può avere un aspetto premium, ma l'aspetto dei motopropulsori ciliegina sulla torta sarebbe un motore diesel con 170-200 CV. È stato progettato per competere con il grosso del mercato

I circola in area urbana ho preso una piacevole sorpresa con il sistema del motore di stop-start, Stop&Go (ISG), Disponibile in entrambe le scatole del cambio. Atti molto spesso, e ha permesso di far circolare più tempo a motore spento, anche a 20 km / h. Altri sistemi cominciano immediatamente il motore quando rotazione dello sterzo o superano 7-10 km / h.

Il modello 2015 ha alcuni di assistenza alla guida, come ad esempio limiti di velocità di lettura i segnali (nuovo), assistente al mantenimento di corsia (Con ruota di correzione di pilotaggio) fascio automatica. Nessuno dei due ha né può avere il controllo automatico di crociera con il radar, o avviso di veicoli in punti ciechi o di avvertimento stanchezza o frenata automatica. A questo proposito, si è già lasciato alle spalle.

In breve, abbiamo una vera e propria divoratrice di chilometri con una base meccanica noto e distinto senza spendere un sacco di soldi stile. In cambio, mancanza di opzioni, un CV diesel 115, un'altra 141 CV (anche automatico) e una suggestiva benzina 135 CV. Hyundai è limitata a ciò che vendiamo, e ci si trova in una posizione comoda.

E 'un peccato che manca di sistemi di allarme, come i veicoli negli specchi punto cieco

Domani concludiamo, da non perdere ...